top of page

Il socio AVFX Nicolangelo De Bellis ha curato con la sua azienda HGV Italia, l'esperienza immersiva del Museo archeologico di Egnazia che ha accolto gli illustri ospiti del G7.




Il progetto si configura come un'esperienza immersiva in cui il visitatore diventa protagonista.

Le scelte di luci, superfici e materiali creano l'illusione di muoversi nel mondo sottomarino.

Gli strumenti multimediali rimandano al dialogo tra profondità e superficie. Il pavimento in resina lucida e riflettente, con materiali come sabbia stabilizzata e accenni di un antico selciato, fa sembrare che il visitatore stia galleggiando. Le pareti tinteggiate con tonalità marine e finitura con cariche micacee ricordano le “posidonie”. Il soffitto, con telai rivestiti di pellicola specchio-piuma ondulata, simula la superficie marina. Strisce di led azzurri aumentano l'effetto di trovarsi sotto la superficie marina. Per l'esposizione di oggetti e reperti si utilizza plexiglass trasparente in lastre curvate.


Il percorso espositivo si snoda attraverso cinque stazioni, ognuna con esperienze e strumenti diversi:


Stazione 1: La Città di Egnazia - Guardare sopra e guardare sotto

La prima area racconta la storia di Egnazia con reperti esposti in strutture in plexiglass e un'installazione interattiva di schermi rotanti. I monitor mostrano contenuti sincronizzati o differenti, offrendo una visualizzazione approfondita.



Stazione 2: Il Porto, le mappe, il viaggio

Questa sezione presenta immagini topografiche del sito archeologico e le rotte commerciali. Un tavolo interattivo permette di consultare mappe e informazioni storiche. L'area è arricchita da bacheche in plexiglass e un sistema di schermi rotanti.



Stazione 3: Il Naufragio

Questa sezione evoca un naufragio attraverso una scenografia suggestiva. Una copia in polistirolo della prua di una nave commerciale romana è fissata alle pareti, creando l'illusione di una nave che affonda. Videoproiettori forniscono informazioni visive e grafiche sul pavimento.




Stazione 4: Sala Immersiva - Racconti in profondità

La sala immersiva offre un'esperienza sensoriale e culturale, presentando il momento in cui il carico di una nave naufragata affonda. Un grande schermo panoramico mostra un filmato del fondo marino, con reperti che discendono lentamente. Il visitatore può interagire con gli oggetti virtuali e scoprire la loro storia.



Stazione 5: Viaggio nel tempo - Riscoprire con l’archeologia marina

Questa sezione tratta dell'evoluzione e dei mezzi della moderna archeologia marina. Schermi rotanti permettono di vedere immagini e informazioni sui più recenti filmati delle campagne di immersione. I monitor mostrano immagini della superficie del mare in posizione orizzontale e immagini relative alle immersioni in posizione verticale.



Special Exhibit: L’Acquario dei droni subacquei

Situato al centro dello spazio espositivo, l'exhibit dei droni subacquei rappresenta il cuore del percorso, collegando concettualmente le diverse aree del museo. In questo spazio, i visitatori possono osservare i droni subacquei in azione all'interno di un grande acquario trasparente. I droni, dotati di telecamere ad alta definizione, simulano le esplorazioni subacquee reali, permettendo di vedere in diretta le immagini trasmesse dai fondali marini ricostruiti all'interno dell'acquario.

Oltre alla visualizzazione delle esplorazioni, i visitatori possono interagire con i droni tramite un'interfaccia utente dedicata, imparando a pilotarli e a scoprire dettagli sugli strumenti utilizzati nelle immersioni archeologiche. Pannelli informativi e schermi touch forniscono ulteriori approfondimenti sulle tecnologie impiegate, sui droni stessi e sui risultati delle recenti campagne di ricerca subacquea.

Questa sezione mira a sensibilizzare il pubblico sull'importanza della tecnologia nell'archeologia marina, mostrando come i droni subacquei contribuiscono alla scoperta e alla preservazione del patrimonio sommerso.


Il fascino dell'acquario interattivo e delle esplorazioni subacquee trasforma la visita in un'esperienza educativa e coinvolgente, rendendo tangibili le meraviglie del mondo sottomarino e il progresso della scienza archeologica.



22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page