bruno albi marini

Bruno-Albi-Marini

Bruno Albi Marini

VFX supervisor presso Wonderlab

Roma
Appassionato da sempre di fotografia e di arte contemporanea, anche grazie all’influsso ricevuto dallo zio gallerista Lucio Amelio, sviluppa uno spiccato gusto per le immagini e la composizione visiva.
In giovane età, di fronte a film come Star Wars e Tron, rimane colpito dalle potenzialità della computer grafica e della sua applicazione nel mondo del cinema.
Nel 1994, dopo una formazione scientifica, segue quindi la sua vocazione artistica e tecnica frequentando diversi corsi specifici nel campo della grafica e più in particolare della computergrafica.
Fino al 1999 collabora con una società di comunicazione realizzando numerosi spot, campagne pubblicitarie, sigle, logo animation, video musicali, eventi multimediali ad alto contenuto tecnologico, occupandosi dei più svariati aspetti (progettazione grafica, editing video e audio, animazione 3d, color correction, compositing, sincronizzazione real time di materiali audio video).
Dal 1999 sotto l’etichetta Wonderlab, si specializza nella realizzazione di effetti speciali digitali per il cinema,  seguendo personalmente ogni progetto dall’ideazione alla supervisione, alla realizzazione tecnica, fino alla finalizzazione. Questo approccio globale al progetto, gli permette di specializzarsi in tutti gli aspetti della computergrafica, dal 3d (modellazione, texturig, animazione, lighting), al camera tracking, al compositing, ed inoltre di maturare una significativa esperienza nell’organizzazione e nel problem solving degli aspetti legati ai vfx come supervisore sul set.
Nel 2011 tiene, come docente, una serie di incontri volti alla formazione di rudimenti di Visual Effects durante il corso per videomaker con indirizzo fantastico “Officine Murnau”.
Nel 2012 tiene un corso di formazione di compositing in Nuke presso la scuola d’arte cinematografica “Gian Maria Volontè”.
Nel 2013 Candidato al David di Donatello per gli effetti speciali digitali di Reality di Matteo Garrone (vincitore inoltre del Grand Prix a Cannes 2012).
Nel 2014, dopo anni di esperienza spesi nella realizzazione di effetti digitali integrati, miscelando effetti tradizionali di make-up con tecniche nuove ed innovative di integrazione digitale, partecipa alla fondazione del gruppo MakinariuM attivo nella realizzazione di effetti integrati per il cinema.
Nel 2016 riceve il premio David di Donatello per il film “Il Racconto dei Racconti” di Matteo Garrone, e sempre nel 2016 fonda insieme ad Amedeo Califano ed Andrea di Nardo la Wonderlab SRL.
Nel 2018 tiene un corso di compositing applicato alla stop motion per lo IED e nel 2018 riceve la candidatura al David di Donatello per i migliori effetti digitali per il film “addio Fottuti Musi Verdi” di Francesco Ebbasta.